English Italiano Greek
 

Punti d'interesse

Arkoudospilia (Grotta dell'orso)

Tra il Monastero di Gouverneto e il Monastero abbandonato di Catholikon, circa a meta strada lungo il sentiero, si trova la grotta del orso (Arkoudospilia).

Ha preso il suo nome dalla forma strana del stalagmite centrale trovatosi sul bordo del raccoglitore d'acqua, all'ingresso della grotta.

Secondo la tradizione ecclesiastica, la massa della pietra fu la conseguenza di un miracolo che fece la Madonna, quando un orso grosso entrò nella grotta al fine di bere l'acqua di San Giovanni Eremita, esso si trasformò in pietra dalla Madonna, prima di toccare l'acqua.

Si tratta di una vasta area sotto la montagna, fatta di stalagmiti in varie e strane forme, che diventa tanto più stretta quanto ci si penetra verso il suo interno. Le pareti interni della grotta sono coperti da uno spesso strato di sale minerale. Proprio all'ingresso funziona una chiesetta dedicata a Panagia Arkoudiotisa (Madonna del orso), al posto del antico luogo di venerazione per la dea cretese della caccia (Potnia) e per Artemide (Diana), più tardi.