English Italiano Greek
 

Mitologia Cretese

Talos

Talos fu il primo robot antropomorfo nella storia dell’umanità, il quale raggiungeva la velocità di 250 km/h.

Secondo la mitologia, Talos fu fabbricato nei laboratori del dio Efesto offerto come regalo al re di Creta Minosse, al fine di proteggere l’isola dagli invasori e assicurare l’applicazione della legge.
Secondo altri, Talos fu costruito da Dedalo, insieme ad altri robot (statue animate), i quali teneva legati per evitare che scappassero.
A Festo sono state trovate monete antiche che raffiguravano, su uno dei loro volti, Talos.
Talos aveva un'unica vena lungo la quale scorreva il suo sangue metallico (mercurio?), mentre il corpo era di rame.
Fu in grado di attraversare l’isola di Creta tre volte al giorno e gettare rocce oppure soffiare il suo alito fiammeggiante, contro eventuali nemici e clandestini illegali.
Talos fu in fine ucciso dalla bellissima figlia di Eete e nipote di Pasifae, Medea, la quale tolse l’unico tappo che tratteneva il sangue del robot, mandandolo cosi fuori servizio, per sempre.