English Italiano Greek
 

Esplorare Creta

IRAKLEIO

Irakleio è la città più grande di Creta (133.012 abitanti) e quindi capoluogo dell’isola, dal 1971d.C.

Irakleio è l’unica città cretese la quale cambiò tantissimi nomi (Handakas, Castro, Megalo Kastro, Candia, Chora ecc), come conseguenza dei vari periodi di occupazione straniera.
Dal punto di vista geografico, la città di Irakleio si trova al centro dell’isola, mentre grazie alla sua lunga storia, si considera la culla della civiltà europea e una delle città più importanti e più antiche della Grecia.
La storia di Irakleio si perde letteralmente nella notte del tempo, e si lega strettamente a Knosso e alla sua storia.
Nel IX secolo d.C la città viene occupata dagli arabi i quali cambiano il suo nome in Handakas nello stesso periodo Irakleio diventa per la prima volta capoluogo dell’isola.
Nel 961d.C diventa territorio bizantino, insieme a tutta Creta.
Nel 1204d.C Irakleio passa sotto il dominio veneto, cambiando ancora nome, da Handakas a Candia. Il periodo veneto fu per la città un periodo di sviluppo in molti settori come la letteratura e l’arte, mentre nello stesso periodo nacque una nuova cultura originale, denominata rinascimento cretese, cioè una combinazione di tradizioni locali e di cultura italiana.
Nomi come El Greco, M. Damaskinos e V.Cornaros sono alcuni che influenzarono il mondo letterale e artistico del periodo veneto a Creta.
Nel 1669d.C Irakleio dopo 21 anni d’assedio, cade ai turchi.
Nel 1851d.C smette di essere capoluogo di Creta e 5 anni dopo fu colpita da un grave terremoto che la rese al suolo.
Durante il periodo ottomano, nasce Nikos Kazantzakis, una figura che influenzò il mondo letterale del XX secolo.
Infine, appena nel 1913d.C Irakleio, insieme a tutta l’isola si unisce finalmente alla Grecia.
Oggi Irakleio costituisce una delle zone più ricche e più sviluppate della Grecia, in particolare nei settori del commercio e della navigazione, mantenendo inalterato il fascino tipico delle città greche, seguito dalla tradizione e da melodie della Lyra.